martedì 13 gennaio 2015

IL MELONE

IL MELONE



E' un frutto molto antico, conosciuto in Cina da circa tremila anni e nel Sud dell'Europa già nell'antichità anche se in francia è stato introdotto solo alla fine del XV secolo, importato dalle terre del Vaticano. Il frutto estivo (LUGLIO), più dolce di quello invernale, è molto profumato e succoso.
Tra le molte varietà presenti sul mercato si distingue il prodotto Italiano, proveniente soprattutto dalle regioni del Centro Italia.
Il melone ha una polpa molto versatile e dissetante che si può utilizzare al naturale o per la preparazione di dessert come fresco antipasto.

COME SCEGLIERLO: profumato, leggermente cedevole al tatto alle estremità e pseante, con il peduncolo che si stacca con facilità. Gli esemplari migliori hanno la scorza spessa, elastica e morbida, e quelli femmina, riconoscibili per un largo cerchio pigmentato sull'estremità oposta a quella del peduncolo.


COME CONSERVARLO: si può tenere in un luogo fresco e ariggiato, se non troppo caldo, fino a 5-6 giorni. Se molto maturo è meglio conservarlo in frigo, avvolto nell'alluminio per evitare che spanda il suo odore. Potete conservarlo anche nel congelatore per 3-4 mesi, a pezzetti o in palline o in spicchi che passerete nello zucchero e quindi avvolgerete nel foglio d'alluminio.


COME SERVIRLO: pulito e tagliato, fresco ma non ghiacciato.



LE VARIETA'


CANTALUPO

Ha la scorza ruvida, polpa arancio e una forma piccola e regolare adatta per presentazioni a effetto.


RETATO


Ha polpa salmone tendente al giallo, molto dolce e saporita. E' di solito più resistente di quello a scorza liscia.



L'ANTIPASTO

Servitelo a spicchi con del prosciutto crudo (o da solo) spolverizzatelo con poco sale, pepe e noce moscata.

Per una presentazione più raffinata tegliate il  meloncino a metà, asportate semi e filamenti e riempite la cavità con del Porto: lasciate poi in frigorifero per mezz'ora circa prima di servire. Per far si che stia ben diritto tagliate via una fettina di scorza alla base del mezzo meloncino prima di appoggiarlo sul piatto.

Tratto da "Buona Cucina" Luglio 2002



e  dal web... 

ovvero dal sito GREENME (cliccando sulla scritta verrete collegati direttamente al sito)



Proprietà del melone

Il melone contiene una percentuale elevata d'acqua, pari a circa il 95%. Si tratta di un frutto ricco di vitamine e minerali benefici per la nostra salute. Per via del suo contenuto d'acqua, il melone regala una sensazione di freschezza e di sollievo dalla calura estiva. E' considerato utile per depurare i reni e contro il bruciore di stomaco.
Non contiene grassi saturi e assicura uno scarso apporto calorico, pari a circa 60 calorie per una porzione media. Per quanto riguarda i sali minerali, nel melone troviamo ferro, calcio e fosforo. Le vitamine presenti nel melone sono vitamina C, vitamina A e vitamina B. Il melone contiene inoltre un agente anticoagulante, che permette di prevenire la formazione di grumi nel sangue, che possono causare infarto o ictus.
I meloni appartengono alla stessa famiglia dei cetrioli e delle zucche gialle, con la differenza che essi vengono consumati come frutti, al massimo della maturazione, per via della loro dolcezza. Una particolare varietà di melone amaro è stata oggetto di recente di studi scientifici. Il succo di melone amaro si sarebbe rivelato utile nel trattamento del cancro al pancreas.

Benefici per la salute del melone

1) Prevenzione del cancro. Il melone è ricco di carotenoidi, considerati utili per la prevenione del cancro e per ridurre il rischio di tumore ai polmoni.
2) Prevenzione di infarto e ictus. Grazie all'adenosina contenuta nel melone, il sangue si mantiene maggiormente fluido, riducendo il rischio di infarto e ictus.
3) Benefici per la digestione. Il melone stimola i movimenti intestinali, che possono essere compromessi da eventuali problemi digestivi. Il suo contenuto di minerali contribuisce a eliminare l'acidità eccessiva dell'organismo, favorendo la digestione.
4) Fonte di energia. E' una fonte naturale di energia, non soltanto per il suo contenuto di zuccheri naturali, ma anche per il suo apporto di vitamina B, necessaria per la produzione di energia da parte dell'organismo a partire dai carboidrati.
5) Benefici per i reni. Il melone, per via del suo elevato contenuto d'acqua, presenta un buon potere diuretico. Può contribuire a mantenere la salute dei reni. Se unito a del succo di limone, il melone può contribuire a contrastare la gotta. E' bene consumarlo con regolarità, al mattino, per una maggiore azione benefica.

Come gustare il melone al meglio

Il melone viene solitamente consumato crudo come antipasto o come dessert, a colazione o a merenda. 

Non tutti sono a conoscenza del fatto che sia possibile cuocere il melone, così da ottenere delle composte e delle confetture. 

Può essere utilizzato nella preparazione di macedonie, frullati, gelati e sorbetti, ottimi da gustare durante la stagione estiva, oltre che di centrifugati di frutta. 

E' perfetto per la creazione di spiedini di frutta da servire come aperitivo. 

Per una ricetta alternativa, è possibile suddividerlo a cubetti e gustarlo mescolandolo a fettine di cetriolo.









Nessun commento:

Posta un commento