domenica 4 gennaio 2009

La carne

La carne è diventata dagli anni Cinquanta un cibo di consumo abituale, questo alimento proteico per eccellenza è oggi un prodotto sempre più selezionato, magro, tenero, gustoso. Merito anche dei consumatori sempre più attenti nella scelta e sempre più decisi a far valere le proprie esigenze. Così si ha un prodotto che, per caratteristiche nutritive, entra a buon diritto anche nelle diete: 100 grammi di carne bovina magra, infatti, danno un apporto di circa 113 calorie, meno della metà rispetto allo stesso quantitativo di pane; è importante inoltre, per avere i migliori risultati in cucina, saper scegliere il taglio più adatto alle singole ricette. Un aspetto questo che ha la sua importanza anche dal punto di vista economico, perché non è vero che le parti più pregiate e più costose siano anche le più nutrienti e saporite. D’altra parte è assurdo pretendere e chiedere sempre e solo filetto, anche perché dall’animale non se ne ricava più di tanto. I pezzi, per esempio, da lesso o da brasato, quanto a sapore non deludono. E così pure altre parti di carne dal gusto piacevole come le costate e le numerose varietà di “fettine”.

Nessun commento:

Posta un commento